Tag: assistenza

Con la piena partecipazione delle istituzioni politiche e sanitarie, aprono i primi posti letto del il Centro NeMO Bologna

Inizia da oggi un nuovo percorso multidisciplinare per la gestione delle patologie neuromuscolari presso il Centro Bellaria di Bologna. Grazie all’équipe altamente specializzata e all’integrazione degli operatori sanitari, la presa in carico dei pazienti sarà innovativa ed efficace. Con i primi 4 posti letto già operativi nel reparto di pneumologia del Padiglione G dell’Ospedale, si dà il via a un progetto ambizioso che mira a creare il primo luogo di cura totalmente pubblico.

(altro…)

AISLA Bergamo: L’urgenza dell’assistenza e la sfida da affrontare

Dibattito tra famiglie, operatori sanitari e Istituzioni. L’AISLA Bergamo ha organizzato un pomeriggio di dibattito sulla presa in carico della SLA, che ha coinvolto Istituzioni, Sanità e Associazioni di pazienti. È stato un momento prezioso di confronto, tenutosi sabato 16 marzo, al quale hanno partecipato pazienti, familiari e operatori sanitari.

(altro…)

CALABRIA. Fondo Nazionale per la non Autosufficienza, avviato per i Comuni di Melito Porto Salvo e Taurianova il  tavolo  di concertazione con le associazioni

Nelle giornate del 29 febbraio e del 13 marzo, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA), insieme alle altre associazioni designate dal Tavolo Regionale della Rete della protezione e dell’inclusione (DGR 234 del 2022), ha attivamente partecipato alla definizione della programmazione relativa al Fondo per le Non Autosufficienze 2019 dei Comuni di Melito Porto Salvo e Taurianova.

(altro…)

Paolo Annunziato: Un Tributo alla Sua Visione e alla Sua sfida alla Sla

L’iniziativa straordinaria del CIRA in collaborazione con CNR, Confindustria, Fondazione Mai, MUR e AISLA per mettere in rete competenze e possibilità e rispondere alla domanda: cosa possiamo fare insieme?

Non è vero che non esiste una cura sulla Sla, bisogna solo scoprirla”, affermava Paolo Annunziato. Oggi avrebbe compiuto 63 anni se non avesse perso la battaglia contro la malattia.

(altro…)

Un importante passo avanti: L’UE approva la tessera europea di disabilità e il contrassegno auto unificato

“Questa è una vittoria epocale per il movimento dei disabili, che ha lottato per questa carta per oltre un decennio. Ci aspettiamo che questa Carta sia ben implementata e che diventi una pietra miliare per la piena inclusione dei cittadini con disabilità nel progetto europeo”, ha dichiarato Yannis Vardakastanis, Presidente del Forum Europeo sulla Disabilità.

(altro…)
Sicilia. Gravissima disabilità, dalla regione 22 milioni di euro

Sicilia. Gravissima disabilità, dalla regione 22 milioni di euro

Nel mese di gennaio 2024, la Regione Siciliana ha erogato un totale di circa 22,5 milioni di euro per sostenere economicamente i soggetti affetti da gravi disabilità. L’obiettivo principale è garantire assistenza continua, 24 ore su 24, a migliaia di persone con gravi disabilità.

(altro…)

Nuovi approcci alle neuropalliative care: riflessioni dal convegno di Prato

Sabato 3 febbraio si è svolto a Prato, nel salone consiliare del Comune, il convegno organizzato da AISLA Prato. Questo evento è stato dedicato alla sensibilizzazione sulla sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e all’importanza di fornire un adeguato supporto alle persone affette da questa malattia e alle loro famiglie, in occasione del mese dedicato alle malattie rare.

(altro…)

Febbraio: il mese delle malattie rare

Febbraio è il mese della Giornata delle Malattie Rare, che quest’anno raggiunge la sua sedicesima edizione. Questo appuntamento rappresenta un momento di grande significato per le persone affette da malattie rare in tutto il mondo, i loro familiari e gli operatori sanitari e sociali che li assistono.

(altro…)

Giuseppe e Barbara: la forza dell’amore, la Sla e il nostro sogno di matrimonio

Ebbene si io e Giuseppe siamo riusciti a sposarci! Dico questo perchè purtroppo abbiamo dovuto rimandare il matrimonio di un mese per uno “scherzetto” di Giuseppe che lo ha portato ad un ricovero d’urgenza in ospedale di 18 giorni proprio nella settimana in cui si sarebbe dovuto celebrare … ma ora siamo qui a parlarne, con le fedi al dito, felicemente sposati.

(altro…)

Utilizziamo i cookie per garantire le funzioni del sito e per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Leggi la cookie policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi