REGIONE LOMBARDIA: FONDO NON AUTOSUFFICIENZA ULTIME NOVITA’

Milano 15 aprile 2021 –  Si è svolto mercoledì 14 aprile il Tavolo Tecnico Regionale relativo al Fondo Nazionale sulla Non Autosufficienza  presieduto dall’Assessore Locatelli con la presenza delle associazioni.

Il tema all’ordine del giorno ha riguardato lo stanziamento di ulteriori risorse a valere FNA 2020 legate all’emergenza covid come ristoro per i danni causati dalla pandemia. La disponibilità nelle casse regionali è  pari a 11.137.000 euro cosi ripartiti:

70% riservati ai destinatari della misura b1

30% riservati ai destinatari della misura b2

Rispetto alla misura B1 (70% delle risorse aggiuntive ) due sono state le proposte al vaglio delle associazioni :

  1. Incrementare il buono di 600 euro di 100 euro al mese per le  categorie  a/b/i e 50 euro per le altre categorie di aventi diritto:  (c/d/e/f/g/h) . Il residui di  800 mila euro verrebbe  corrisposto nel massimo  di 500 euro una tantum a fronte di spese certificate per tamponi, DPI (dispositivi di protezione individuale) sostituzione di Caregiver positivo isolato o ricoverato
  2. Incrementare il buono rispettivamente di 110 e 56 euro.

Rispetto alla misura B2 (restante  30% delle risorse)  è previsto un rimborso nel massimo di 400 euro.

Seppure entrambe le proposte rispetto alla misura B1 fossero volte da una parte a erogare a chi escluso da altri contributi  per esaurimento delle risorse disponibili, dall’altra volte a ristorare chi avesse  sostenuto spese di tamponi, mascherine, interruzione assistenza domiciliare etc, la proposta che è stata accolta favorevolmente dalla maggioranza delle associazioni (tra cui Aisla) è stata la nr. 2 con una ben precisa motivazione : il riferimento nell’ipotesi 1 al rimborso di spese sostenute sarebbe soltanto il primo trimestre 2021 e non il 2020, anno in cui le famiglie hanno di certo affrontato più spese.

In questo caso invece l’integrazione dei contributi potrà avvenire in modo automatico e non sarà perciò necessario presentare alcuna domanda  aggiuntiva.

Inoltre pur avendo questo contributo aggiuntivo   carattere straordinario a valere solo per l’anno  2021, sia  Aisla sia le associazioni partecipanti al tavolo auspicano che, con la continua interlocuzione con l’assessorato,  possa essere stabilizzato e reso disponibile  anche per le annualità successive.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi