PISTOIA: PROSEGUE IL SERVIZIO DI FISIOTERAPIA DOMICILIARE PER LE PERSONE CON SLA

Il progetto è portato avanti dalla sezione di Pistoia di Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia

Il servizio di fisioterapia domiciliare, è gratuito, si rivolge ai malati di SLA di Pistoia e provincia e quest’anno ha consentito complessivamente 165 visite a domicilio nonostante le difficoltà dovute alla pandemia

Le persone con SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) a Pistoia e provincia possono contare sul servizio gratuito di fisioterapia domiciliare promosso dalla sezione di Pistoia di AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) in collaborazione con la Azienda Sanitaria Locale Toscana Centro, grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.

Nel 2020 sono stati effettuati 165 accessi domiciliari corrispondenti ad altrettante ore di fisioterapia erogata, nonostante le difficoltà dovute alla diffusione del coronavirus.

Il servizio, sospeso durante la prima ondata di diffusione del coronavirus, è ripartito in estate e non si è più interrotto grazie al coinvolgimento di tre fisioterapisti impegnati in sedute fisioterapiche a domicilio dedicate a 13 pazienti con SLA e all’impegno di AISLA che, a tutela dei pazienti e dei professionisti, ha messo a disposizione tutti gli strumenti necessari alla protezione: mascherine FFP2, camici monouso e guanti.

Il progetto è finanziato da AISLA con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia che ha donato 16.000 euro tra il 2019 e il 2020 confermando il suo impegno nel sostenere questa importante iniziativa. Alla donazione di Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia si aggiungono i gli oltre 4.000 euro messi a disposizione da AISLA grazie alle donazioni raccolte dai privati cittadini, sostenitori dell’associazione.

Il servizio di fisioterapia domiciliare promosso da Aisla Pistoia si inserisce e integra il percorso diagnostico terapeutico e assistenziale tra ospedale e territorio attuato dall’Asl Toscana Centro.

In seguito alla diagnosi di malattia e di fronte alla comparsa delle prime evidenze di riduzione dell’autonomia personale (comunicativa e, appunto, motoria) e all’insorgenza di complicanze respiratorie e di disfagia, il neurologo di riferimento, in collaborazione con il fisioterapista e il medico di medicina generale, concorda l’attivazione dell’assistenza domiciliare integrata che prevede anche la fisioterapia.

Per informazioni: Daniela Morandi di AISLA Pistoia, dany1954@virgilio.it / 335 7456041