In vigore dal 31 gennaio 2018 la legge sulle “Norme in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento”

Entra in vigore oggi,  31 gennaio 2018, la Legge 22 dicembre 2017 n. 219 (G.U. n. 12 del 16/01/2018)  “Norme in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento”.

La cosiddetta legge sul testamento biologico, composta di otto articoli, disciplina la normativa sulle cosiddette Dat: uno strumento tramite cui, in previsione di una futura eventuale incapacità di autodeterminarsi esprimendo la propria preferenza, la persona interessata può rendere note le proprie volontà circa i trattamenti sanitari (indicando  a quali terapie si vuole rinunciare e a quali condizioni)  e nominare un fiduciario che lo rappresenti nelle relazioni con il medico.

Come ricordato anche da alcuni organi di stampa, ancora oggi in Italia manca un Registro nazionale per i biotestamenti e non tutte le Regioni sono dotate del “Fse”, cartella sanitaria elettronica. Anche i singoli Comuni dovranno essere all’altezza di avere la propria anagrafe delle DAT sottoscritte dall’interessato. In caso diverso l’autenticazione della firma potrà avvenire solo tramite atto pubblico Notarile o scrittura privata autenticata da Notaio

Aisla, dal canto suo, si è impegnata da tempo ad affrontare queste tematiche con lo scopo di offrire, con la diffusione di un Documento di consenso tra le persone malate e tra gli operatori sanitari, un importante strumento per l’affermazione del diritto al consenso o dissenso informato di fronte ai trattamenti terapeutici prospettati o proposti, che possa essere formulato anche nella forma di dichiarazioni anticipate di trattamento, nella consapevolezza della vigenza delle norme in materia e del fatto che nel 2010 è stata emanata la Legge 15 marzo 2010, n. 38 concernente “Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore” (Gazzetta Ufficiale n. 65 del 19 marzo 2010).

Aisla ha dispiegato il proprio impegno ormai da anni, anche in assenza di specifici riferimenti normativi. Ancor più oggi, con l’entrata in vigore della  Legge sulle “Norme in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento”.

I modelli di DAT formulati da Aisla ed oggi aggiornati in base alla Legge 22 dicembre 2017 n. 219 sono il frutto degli approfondimenti avvenuti all’interno dell’ Associazione in questi ultimi due anni trascorsi dalla presentazione del documento “LE SCELTE TERAPEUTICHE DELLA PERSONA AFFETTA DA SLA”. Tengono inoltre conto del tessuto di studio medico e legale sviluppatosi in Italia ed anche dei contenuti di cui alla Legge 22 dicembre 2017 n. 219 rispetto a cui confermano la attualità di struttura e di capacità espressiva.

Per qualunque chiarimento o ulteriore informazione sull’argomento, è possibile contattare gratuitamente  il Centro di Ascolto e Consulenza sulla Sla di Aisla.

Per apprfondire leggi anche:

 

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi