Azienda Usl Toscana Centro: l’ambulatorio di deglutologia per i pazienti con Sla

Quattro nuovi ambulatori specialistici di secondo livello sono stati aperti negli ospedali di Pistoia e Pescia, all’interno della struttura di Otorinolaringoiatria (ORL) dell’area pistoiese, diretta dal dottor Paolo Frosini.

In particolare in uno di questi, l’ambulatorio di deglutologia dedicato allo studio endoscopico della deglutizione nei pazienti disfagici sia negli ambulatori del S.S. Cosma e Damiano che a Pistoia, il servizio è svolto anche in collaborazione con la neurologia per i pazienti affetti da SLA, per i quali all’Ospedale San Jacopo di Pistoia è attivo già da due anni un servizio di  “day service” coordinato dalla Dott.ssa Chiara Sonnoli, direttrice del team pluridisciplinare dedicato alla Sla nella SOC Neurologia Aziendale diretta dal dott. Gino Volpi. In tale ambito vengono effettuati controlli periodici multidisciplinari: «Tutto viene svolto nell’arco di una mattinata, così le persone con Sla hanno la percezione di essere prese in carico globalmente e in maniera adeguata senza inutili perdite di tempo ed energie», spiega Daniela Morandi, referente Aisla di Pistoia.

Le visite sono prenotabili prendendo contatto direttamente con il medico telefonando ai numeri 0572/460327 (tutti i venerdì dalle 14 alle 20) e 0573/351033 (tutti i mercoledì dalle 8 alle 14).

Responsabile è il dottor Riccardo  Rezzonico, in collaborazione con la logopedista Barbara Scardigli.

Fino ad oggi sono stati valutati 200 pazienti, essendo Pistoia e Pescia, insieme a Empoli, centro di riferimento per lo studio endoscopico della deglutizione dell’Azienda USL Toscana centro.

Il dottor Frosini ha spiegato che l’apertura dei quattro ambulatori di secondo livello si propone di assicurare un vantaggio per i pazienti che ora trovano nel loro territorio di riferimento prestazioni per le quali prima era necessario rivolgersi ad altri ospedali, il tutto frutto di una riorganizzazione dell’attività di Otorinolaringoiatria, che fa riferimento al Dipartimento delle Specialistiche Chirurgiche, diretto dal dottor Stefano Michelagnoli, finalizzata a migliorare i percorsi assistenziali e di cura: «I pazienti con SLA seguiti da qualche anno dal dott. Rezzonico, affiancato recentemente dalla logopedista Scardigli, hanno già potuto sperimentare positivamente un servizio che ha permesso di prevenire complicanze relative all’alterata deglutizione e di seguire in stretto “follow up” le persone malate, proponendo alternative all’alimentazione ”per os” in tempi rapidi e precoci  – continua  Daniela Morandi, referente Aisla di Pistoia  –  Proprio come Aisla Pistoia, allo scopo di migliorare ulteriormente la presa in carico assistenziale ai malati pistoiesi e alle loro famiglie, avevamo chiesto alla direzione dell’Usl 3  che venisse formata un’altra figura di neurologo che affiancasse la dottoressa Sonnoli e  un “nurse coach”, senza ottenere ad oggi alcuna risposta».

Potrebbe interessarti: Otorinolaringoiatria quattro nuovi ambulatori di secondo livello negli ospedali di Pistoia e Pescia 

 

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi