Tag: assegno di cura

PUGLIA, AGGIORNAMENTI SUGLI ASSEGNI DI CURA

Si è svolto lo scorso 18 maggio alla Fiera del Levante di Bari l’incontro tra alcuni rappresentanti di Regione Puglia (tra i quali il Governatore Michele Emiliano, l’assessore regionale al Welfare (altro…)

SICILIA, TORNANO IN PAGAMENTO I CONTRIBUTI REGIONALI PER I CAREGIVER FAMILIARI

Tornano in pagamento gli assegni di cura destinati alle famiglie delle persone con Sla siciliane.

Il D.D.G. n. 3039 del 14 novembre 2017 della Regione Siciliana-Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro – Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali (decreto di impegno e liquidazione), per l’attuazione del D.A . n. 2201 del 07.08.2017 concernente l’erogazione di un sostegno (altro…)

Distretto Civitavecchia, fino al 15 settembre si possono richiedere contributi per interventi domiciliari per persone con disabilità gravissima

E’ stato pubblicato lo scorso 1 agosto 2017 nella sezione “Avvisi Pubblici” del sito l’avviso relativo alla concessione di finanziamenti finalizzati ad interventi domiciliari  in favore di persone non autosufficienti con disabilità gravissima. Possono richiedere il contributo i soggetti che si trovino appunto in una delle situazioni di non autosufficienza descritte nel bando, le quali rendano necessaria una costante assistenza.

(altro…)

Distretto Sociosanitario Rm 5.3, Tivoli: domande assegno cura entro 1 settembre 2017

Il Distretto Sociosanitario Rm 5.3, Ente capofila Comune di Tivoli, ha emesso l’avviso pubblico relativo agli INTERVENTI IN FAVORE DI PERSONE AFFETTE DA DISABILITA’ GRAVISSIMA. Possono presentare istanza per la concessione di un  assegno/contributo di cura, i familiari (caregìver o referenti) delle persone affette da disabilità  gravissima, residenti sul territorio del Distretto RM5.3.

(altro…)

Contributo per l’assistenza ai malati di SLA

Regolamentato da D.G.R. n. 256 del 12/03/2013 – Regione Basilicata

Si tratta di un contributo economico erogato per assicurare assistenza al domicilio.
Viene classificato in due tipologie:

  • tipo A: rivolto alla famiglia, convivente, che presta direttamente assistenza al proprio familiare malato di SLA;
  • tipo B: per la persona malata di SLA o la sua famiglia che si avvale, a titolo oneroso, di familiari o di assistenti familiari che prestano cura ed assistenza al malato di SLA.

L’entità del contributo, stabilito in base alla stazione della malattia, consiste in:

  • tipo A – CONTRIBUTO MENSILE IN PRESENZA DI RICORSO AD UN AIUTO A TITOLO ONEROSO:
    stadio A € 500,00
    stadio B € 1.200,00
    stadio C € 2.300,00
    stadio D € 3.000,00
  • tipo B – CONTRIBUTO MENSILE IN ASSENZA DI RICORSO AD UN AIUTO A TITOLO ONEROSO:
    stadio A € 250,00
    stadio B € 600,00
    stadio C € 1.150,00
    stadio D € 2.000,00

Per ottenerlo è necessario che la persona affetta da SLA sia:

  • residente in Basilicata da almeno 6 mesi;
  • in possesso della certificazione medica comprovante la diagnosi di Sclerosi Laterale Amiotrofica e lo stato di fragilità/compromissione dell’autonomia personale (allo scopo può bastare una certificazione già a disposizione del richiedente, quale, ad esempio, il verbale di invalidità civile);
  • già inserita nel percorso assistenziale per le malattie neuromuscolari di cui alla D.G.R. n. 463 del 24 aprile 2012.

La domanda deve essere compilata elettronicamente sul portale dedicato (accedi cliccando qui) oppure rivolgendosi all’Ufficio Sociale del Comune di residenza.

Per maggiori informazioni: Portale regionale SLA

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi