Proroga dell’inserimento del medicinale «Edaravone» nell’elenco dei medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale

Su richiesta di AISLA, nelle sedute dell’8, 9 e 10 maggio scorsi, la Commissione Tecnico Scientifica (CTS) dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha deciso di rinnovare l’autorizzazione alla somministrazione in Italia dell’Edaravone, il farmaco in grado di rallentare moderatamente la degenerazione motoria causata dalla SLA.

A quasi due anni di distanza dalla prima determina N.1224 del 28/6/2017, che ha approvato l’inserimento del farmaco nella lista dei farmaci erogabili dal SSN in ottemperanza alla legge 648/96, e in vista dell’imminente scadenza della successiva determina N.819 del 28/05/2018, l’Edaravone continuerà ad essere somministrato.

Con l’obiettivo di raggiungere un numero sempre più ampio di pazienti, nella nota ricevuta, AIFA conferma che saranno mantenuti i criteri di accesso attuali, senza riferimento ad alcun intervallo temporale riguardante la durata della malattia dall’esordio, e la possibilità di somministrazione al domicilio il farmaco dopo il primo ciclo che invece deve avvenire obbligatoriamente nelle strutture ospedaliere.

Il Direttore AIFA, dr. Luca Li Bassi, conclude la nota confermando che la decisione è stata pubblicata  sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Centro Ascolto Nazionale sulla SLA

centroascolto@aisla.it – Tel. +39.02.66982114

 

 

Determina n. 57435/2019 pubblicata in GAZZETTA UFFICIALE

 

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi