Premio Majori

L’assistenza e la tutela delle persone con SLA come valore: un sollievo e un sorriso, due obiettivi che possono diventare comuni. E’ la filosofia alla base del “Premio Majori”, il progetto di formazione di AISLA Onlus per assicurare ai malati e ai loro familiari un’assistenza di elevata qualità e umanità. Due valori fondanti di un grande uomo, Felice Majori, una mente fina e acuta. Felice ha rappresentato non solo un pezzo di storia fondamentale per la nostra associazione, ma l’ha costruita. Ne è stato un pilastro. Non ha mai fatto mancare i suoi preziosi consigli, mettendo a disposizioni di tutti noi la sua esperienza e conoscenza.

Il prof. Majori ci ha insegnato il significato del “lavoro” e della professione, una distinzione che ha caratterizzato la sua feconda dedizione comunitaria: dopo l’esaurimento del ciclo formale del lavoro, l’afflato di essere utile alla società e di farlo con somma competenza e correttezza è proseguito senza soluzione nel suo lungo e fecondo percorso di civil servant. Il suo volontariato è stato generoso, vasto, fecondo per la crescita di un impulso associativo, destinato, da un lato, a corroborare i limiti dell’azione pubblica e, dall’altro, a radicare nelle coscienze e nell’azione concreta le consapevolezze di appartenenza e di dovere verso la comunità.

Nel modulare il ruolo, tutt’altro che marginale, del volontariato, in Felice Majori è stata sempre ben presente la centralità dell’azione sinergica tra l’associazionismo e l’azione pubblica. Questo percorso, che lui definiva giustamente «di crescita intelligente» è ormai partito: la grande eredità che Felice ci lascia (pari al senso di vuoto che proviamo umanamente noi e certamente tutti quelli che l’anno conosciuto) è quella di aver guidato AISLA ad imboccare il sentiero che dovrà percorrere per garantirsi un futuro.

Felice Majori è una testimonianza, umana e civile, che merita di essere consegnata alla memoria storica della città di Cremona e, per il suo significato e per il suo valore, a tutta la comunità SLA italiana. Queste sono le premesse ed il sentimento che ci hanno spinto ad ideare il PREMIO MAJORI.

 

Il Premio Majori

AISLA Onlus promuove il “Premio Majori” per sostenere la formazione di giovani infermieri che si specializzano nell’assistenza delle persone con grave disabilità, come le persone con SLA, che in Italia sono più di 6000. AISLA Onlus mette a disposizione tre borse di studio del valore di 5000 (cinquemila) euro ciascuna per neolaureati del corso di laurea in infermieristica e laurea magistrale in scienze infermieristiche. I vincitori avranno accesso al “Master di 1° Livello in presa in carico di persone con grave disabilità” organizzato dall’Università degli Studi di Milano in collaborazione con il Centro Clinico Nemo e l’Ospedale Niguarda.

La selezione avviene tramite apposito bando pubblicato sul sito internet di AISLA. Tra i requisiti richiesti la laurea in infermieristica o laurea magistrale in scienze infermieristiche e l’età inferiore a 26 anni.

Le domande di ammissione saranno valutate ad insindacabile giudizio della Commissione giudicatrice, composta da un membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione, da un membro della famiglia Majori e da 7 tra medici ed operatori esperti nell’assistenza delle persone con grave disabilità.

 

Edizione 2016   BANDO | VINCITORI

Edizione 2017   BANDO | VINCITORI

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi