Nuova “quiet room” per il Centro SLA di Palermo

E’ stata inaugurata lo scorso 24 maggio presso il Centro Sla dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Paolo Giaccone”, in Via La Loggia a Palermo, una “quiet room” dedicata specificatamente alle persone con SLA ed ai loro familiari.

La stanza, già ristrutturata da AISLA nel 2007 ed in passato destinata al Day Hospital e alla degenza dei pazienti affetti da Sla (oggi trasferita al Policlinico di Palermo), verrà ora riutilizzata invece come “quiet room”, stanza di visita del Centro Sla di Palermo per ospitare i colloqui con i pazienti.

Alcune delle autorità intervenute all’inaugurazione con Bice Di Piazza di AISLA Palermo

Per tale motivo è stata arredata in modo accogliente, confortevole anche per le persone in carrozzina ed informale. Sono presenti due poltroncine ed una scrivania adatte all’uso delle persone disabili, che potranno compilare questionari o scrivere utilizzando ausili per la comunicazione aumentativa e alternativa. Piante, tende, quadri, colori caldi della tinteggiatura, contribuiscono a rendere più accogliente la stanza, dedicata ai pazienti SLA seguiti dal Centro e dai loro familiari: «Da un’attenta analisi da noi effettuata durante gli incontri medico-paziente al Centro SLA, si è potuto constatare che spesso il momento della diagnosi viene privata della tranquillità di cui necessita – spiegano i responsabili della sezione AISLA Palermo – La comunicazione della diagnosi, così come la discussione delle scelte di cura, le decisioni di fine-vita ed il supporto psicologico richiedono un contesto di protezione e rispetto, nel quale il paziente abbia tutto il tempo che gli è necessario per il dialogo e la meditazione. Gli ambienti ospedalieri tuttavia sono solitamente utilizzati per diverse attività allo stesso tempo, invasi da computer, telefoni, fax che seppure necessari alle attività sanitarie, privano quegli spazi della tranquillità che alcuni colloqui richiedono. Nello specifico il Centro SLA di Palermo dispone oggi di sole due stanze per visite e colloqui che, per il flusso costante di utenti e la concomitante attività di ricerca e didattica, difficilmente possono essere del tutto isolate dall’esterno». Da qui l’idea di realizzare la nuova “quiet room”.

All’inaugurazione erano presenti il Presidente del Consiglio Comunale di Palermo Salvatore Orlando, i Rappresentanti della Direzione del Policlinico Paolo Giaccone Prof. Valeria Torregrossa, Prof. Luigi Almasio, la Prof. Brigida Fierro Direttore Unità Operativa di Neurologia Policlinico P.Giaccone, il Prof.Vincenzo La Bella Coordinatore Centro Esperto Sla , la Sig.ra Alessandra Veronese Consigliere comunale di Palermo.

Un grazie particolare a tutte le persone con SLA ed ai loro familiari!

Particoli degli interni della quiet room

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi