Lombardia, deliberato programma operativo regionale a favore di persone con gravissima disabilità

La Giunta regionale con Dgr 1253 del 12 febbraio 2019 ha approvato il Programma Operativo a favore delle persone con disabilità grave (Misura B2)  o gravissima per anziani non autosufficienti (Misure B1) a cui destinare risorse derivanti dal Fondo Nazionale per le Non Autosufficienze (FNA) integrate a risorse regionali per complessivi 83,5 milioni di Euro.

La Misura B1 è destinata alle persone in condizione di disabilità gravissima curate al proprio domicilio, attraverso l’erogazione di buono e Voucher sociosanitario mensile. La finalità di questa Misura è la promozione del benessere e della qualità della vita della persona in un contesto più ampio di inclusione sociale. Rispetto al modello precedente che prevedeva un buono mensile di 1.000 euro attribuito in modo indifferenziato a chi ne aveva diritto, il Nuovo Modello della Misura B1 prevede due tipi di interventi:

1) destinato alle persone totalmente assistite al proprio domicilio mediante l’erogazione di un buono mensile di massimo 1.100 euro, cui si può aggiungere un ‘voucher’ mensile per gli adulti fino a 360 euro e per i minori fino a 500 euro. Il buono mensile viene erogato per compensare le prestazioni sociali assicurate dal caregiver familiare e/o da assistente familiare impiegato con regolare contratto.

2) destinato alla persona disabile che frequenta un servizio educativo o scolastico, oppure a chi è inserito in un Centro diurno per massimo 14 ore e prevede un buono mensile di 600 euro come riconoscimento del carico assistenziale per la famiglia, a cui si aggiunge un voucher mensile fino a 360 euro per gli adulti e fino a massimo 500 euro per i minori, per il miglioramento della qualità della vita e per favorire il benessere del minore sviluppando percorsi orientati a promuovere il suo inserimento e la sua inclusione sociale.

SPERIMENTAZIONE PER SITUAZIONI DI PARTICOLARE INTENSITÀ 
Per quelle situazioni di particolare intensità in cui le persone necessitano di assistenza continua e di un monitoraggio costante quali ad esempio le persone ventiloassistite almeno 16 ore al giorno e/o con nutrizione parenterale, è previsto un sostegno complessivo mensile di 1.900 euro, suddivisi in un ‘buono’ mensile di 500 euro alla famiglia e in un ‘voucher’ mensile fino a 1.400 euro per l’acquisto di massimo 20 ore settimanali di prestazioni assistenziali al domicilio, ad integrazione di risorse già eventualmente riconosciute per servizi di assistenza domiciliare e in base al progetto individuale. Un sostegno di carattere sperimentale finalizzato a ridurre il carico delle cure che grava sulle famiglie.

A CHI RIVOLGERSI PER LA MISURA B1
Per ottenere i buoni e i voucher previsti dalla misura B1 occorre presentare formale richiesta presso la propria Ats/Asst di residenza.
Le richieste verranno indirizzate ad una equipe che previa valutazione multidimensionale delle condizioni della persona, predispone il Progetto Individuale di Assistenza che prevede la descrizione degli interventi da sostenere con i buoni e i voucher previsti dalla misura B1.

Clicca qui per approfondimenti sulla misura B2

 

Allegato: dgr 1253 del 12 febbraio 2019

 

Per maggiori informazioni e supporto è possibile contattare il nostro Centro di Ascolto:
centroascolto@aisla.it
tel. 02/66982114

 

 

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie per facilitare la tua navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questa pagina.

Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione sul portale acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi